Lunedì, 29 Ottobre 2007 14:30

L'autore, Gianni Clocchiatti

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
gianni-clocchiati-mini.jpg
Quella di creativity coach è la definizione che preferisco. Non l'unica certo. A questa si accompagnano quelle di consulente per l'innovazione e formatore. Da parecchio tempo infatti mi interesso di innovazione, creatività, comunicazione, gestione del cambiamento.

Gianni Clocchiatti

gianni-clocchiati.jpgQuella di creativity coach è la definizione che preferisco. Non l'unica certo. A questa si accompagnano quelle di consulente per l'innovazione e formatore. Da parecchio tempo infatti mi interesso di innovazione, creatività, comunicazione, gestione del cambiamento.

Ho riunito perciò intorno a me un gruppo di professionisti esperti e come Eticrea organizzo laboratori di creatività e percorsi formativi esperienziali aziendali e di sviluppo personale.
Prima di ciò la mia formazione economica mi aveva portato a fare il manager in alcune grandi aziende, poi a seguire varie società in fase di start-up, nella loro gestione e riorganizzazione.

La mia esperienza è stata in seguito messa a profitto nel settore dell'innovazione di prodotto e dell'industrial design in un importante studio internazionale. Nel mio percorso formativo ho incontrato Edward de Bono, Hubert Jaoui, Guy Aznar tra i maggiori esperti di creatività e ancora Robert Dilts, Steve Andreas e David Gordon, tra i fondatori della Nlp.

Per questo motivo utilizzo oggi come trainer gli strumenti della neurolinguistica e come facilitatore quelli del creative problem solving. L'incontro più recente è stato quello con il ridente e piacevole Laughter yoga di Madan Kataria. E non finisce certo qui...


Letto 10400 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39
Altro in questa categoria: « 1. Bottiglie Vuote