Giovedì, 15 Maggio 2008 15:00

Scenario Tendenze 2008_09: What a Wonderful World! In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
What a wonderful world! Tendenze
Con lo Scenario 2008 - 2009 segnaliamo i valori emergenti per le tendenze culturali riconoscendo nella Triade Dio-Natura-Uomo i poli delle possibili future configurazioni (non solo estetiche) che il nostro sistema potrà assumere.


What a Wonderful World!

Con lo Scenario 2008 - 2009 chiudiamo il primo decennio del nuovo millennio, e segnaliamo i valori emergenti per le tendenze culturali del prossimo. L'assetto delle principali tendenze culturali del primo decennio, il decennio "Neo - Umanista", era già visibile alla fine degli anni ‘90, con l'emergenza di valori che rappresentano la maturazione e la divulgazione del minimalismo estetico, l'approccio creativo al progetto come occasione di intervento sull'esistenza umana. Valori che subirono poi un'accelerazione improvvisa dal 2001, con il Crollo delle Torri Gemelle. Si deve ricordare che il decennio precedente, gli anni ‘90, ebbe sorte analoga. Anche allora si verificò un'accelerazione degli eventi e del pensiero in coincidenza di un altro storico Crollo: il Muro di Berlino (‘89).

What a wonderful world! Tendenze

Oggi riconosciamo nella Triade Dio-Natura-Uomo i poli delle possibili future configurazioni (non solo estetiche) che il nostro sistema potrà assumere. Questi valori e gli equilibri dinamici che continuamente si generano tra essi guidano l'evoluzione del nostro mondo nella creatività, nella cultura, nei fenomeni sociali ed economici. Alla Scienza si attribuisce il ruolo del demiurgo, di forza ordinatrice cui si affida l'attività magico-religiosa di riconciliare l'uomo con la natura, con dio e quindi con l'altro uomo, di ristabilire il ponte tra questo mondo e l'ultramondano, di concepire altri mondi possibili e aprirne le vie di accesso, di condurci sulla Via della Salvazione. La Scienza "sta sul confine ideale tra l'energia divina e la passività del creato" (P. Florenskij - Riflessioni sulla simbologia dei colori).

What a wonderful world! Tendenze


Tendenze

Questi tre poli entrano a vario titolo e informano più o meno decisivamente tutte le tendenze descritte nello scenario. Ecco un rapido trailer delle 9 tendenze più forti:

1> De Monarchia: persiste nella popolazione un senso di fascinazione verso l'aristocrazia e la regalità e il desiderio di riconoscere un centro di potere e stabilità capace di governare con rapidità e fermezza la angosciante fluidità del presente. In particolare, si tende sempre più ad attribuire migliori capacità di governo alle donne.

What a wonderful world! Tendenze

2> Piccole Community crescono: fare comunità, ovunque si possa. La nuova deriva della cultura new global è anche la tendenza più forte. La comunità sembra essere la nuova unità sociale minima, cui affidare le istanze di sicurezza e di pace e il futuro delle generazioni a venire.

3> Fermenti fashionisti: da un lato, il nostro mondo sembra aver rovesciato i valori etici e premiare comportamenti socialmente lesivi, purché compiuti in nome dell'arricchimento gratuito. Dall'altro, l'Eco-Ego raccoglie la sfida di condurre le fashion victims a ostentare comportamenti ecologicamente virtuosi.

4> Ecco il Mondo!: l'uomo sembra accorgersi con stupore della natura che lo circonda ed ammira in silenzio la bellezza di ciò che rimane, struggendosi nell'assaporarne la finitudine.
Parallelamente prende forza l'utopia del ritorno ad una dimensione primitiva e la ricerca di configurazioni economiche e politiche coerenti, dove tutto ruota intorno al recupero del rapporto nativo uomo-natura.

5> Collisioni Culturali: le culture si scontrano e si sovrappongono come continenti alla deriva. Si corre rapidamente verso il mondo delle stratificazioni culturali, della sovrapposizione di credenze, tradizioni e religioni. Con i conflitti che lo spostamento di enormi masse umane innesca.

6> Anatomia meccanica: si diffonde nella popolazione la sensazione di vivere, tragicamente, in un mondo surreale di cui è impossibile percepire le dinamiche, le regole, distinguere il fatto dall'artefatto. Intorno a noi i volti si fanno grotteschi, mostruosamente deformati dalla chirurgia plastica. La natura deperibile del corpo umano è dissimulata attraverso la sostituzione delle componenti, verso un uomo futuro di cui Oskar Pistorius sembra prefigurare le sembianze.

What a wonderful world! Tendenze

7> Paura? Ridi!: le paure che terrorizzano alcuni diventano ridicole per altri e ciò che per alcuni appare mostruoso per altri è la maschera grottesca di una vita da commedia. Ma rimane la volontà (e la necessità) di sottrarsi ai dolori della quotidianità. Si ride della chirurgia e della malattia, della follia e della guerra. E al bando il politically correct!

8> Tech Creation: è la tecnologia la nuova Sofia e ad essa è chiesto di disvelare i segreti della natura e delle divinità, di scoprire nuovi mondi e trasformarli in nuovi paradisi.
E anche di arrivare inconfutabilmente alle verità ultime, ricomponendo così le infinite occasioni di scontro culturale e religioso. Condizione necessaria alla Salvazione del Pianeta dagli errori dell'Umanità.

9> Tirannia e Guerra: Il mondo torna in un clima di Guerra Fredda diffusa, in cui la stagnazione degli ideali apre ai conflitti squisitamente economici e, a volte, all'imperialismo e alle tirannie più dure: Usa vs Russia, Russia vs i Paesi dell'ex Unione Sovietica, Europa vs Cina, Cina vs i confinanti...
Le nuove repubbliche, nate dalle ceneri dell'impero sovietico, e le nuove dittature sono di fatto il simulacro contemporaneo, dal volto  sgraziato e belluino, delle monarchie assolute di un tempo.


Domenico Fucigna TEA trends explorers associated
T.E.A Trends Explorers Associated
Nata nel 2005 da una costola di T.I.P. Trends Into Products e di questa raccoglie e sviluppa, secondo la stessa metodologia, le attività di ricerca sulle tendenze culturali.
http://www.teatrends.it

Domenico Fucigna
Architetto, socio fondatore di TIP Trends Into Products, e presidente di TEA Trends Explorers Associated. Esperto di innovazione di prodotto è creatore di un metodo di ricerca e rappresentazione degli scenari del futuro finalizzato all’utilizzo in azienda.
Letto 15033 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39