Venerdì, 18 Aprile 2008 01:10

Il Colore che Rinnova In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
IL Colore che Rinnova
Torna la Primavera, e con essa il desiderio di rinnovamento. Questa stagione sancisce il vero inizio dell’anno, la Natura rinasce con un tripudio di fiori e gemme, nuove foglioline scintillanti, fosforescenti, nel sole limpido.

Il Colore che Rinnova


Torna la Primavera, e con essa il desiderio di rinnovamento.
Questa stagione sancisce il vero inizio dell'anno, la Natura rinasce con un tripudio di fiori e gemme, nuove foglioline scintillanti, fosforescenti, nel sole limpido.

Sentiamo che le energie si moltiplicano, e desideriamo esprimere in ogni ambito la vitalità che ci pervade, anche nella sfera lavorativa.
Osserviamo i muri del nostro studio, del nostro negozio, della nostra azienda, e li notiamo ingrigiti dallo smog del riscaldamento invernale. E' venuto il momento di "rinfrescare" le pareti dei luoghi dove svolgiamo la nostra attività, e dove passiamo la maggior parte della nostra giornata. 

Quante volte, in occasione della tinteggiatura di routine, è nato il desiderio di introdurre finalmente colori nuovi, per infondere energia a spazi che "non ci convincono" più.
L'impulso di cambiare le tinte non nasce da un superficiale capriccio estetico, ma da una profonda esigenza psicologica: un periodo dell'esistenza si sta concludendo e ne sta iniziando uno nuovo.

Recandosi al colorificio, però, di fronte alle migliaia di sfumature proposte nelle cartelle cromatiche, nell'imbarazzo quante volte sono state scelte ancora le solite, noiose tinte neutre.
Il Colore, da molti considerato soltanto un elemento decorativo, è invece uno dei principali strumenti di progettazione, come ben sanno i pubblicitari, che da sempre lo utilizzano come un potente comunicatore inconscio.

I colori della natura hanno da sempre rispecchiato i sentimenti umani; le sensazioni, i turbamenti e i significati profondi che ne sono scaturiti si sono impressi e stratificati nell'inconscio collettivo, di generazione in generazione. I colori hanno accompagnato la nostra infanzia, legandosi intimamente alla nostra vita di adulti.
I Colori dei nostri spazi, quindi, non possono essere scelti secondo il caso o l'abitudine.
Nei luoghi dove si svolge l'attività lavorativa, poi, la tinteggiatura può diventare l'occasione non solo per inserire le tinte più in sintonia con la nostra psiche, ma anche per rinnovare completamente l'immagine dell'azienda.
Il tutto senza subire lunghe sospensioni di attività e con costi contenuti.

Ogni diversa sfumatura, infatti, invia ai clienti messaggi inconsci, ma precisi ed emotivamente intensi. Vi sono tinte che comunicano serietà, affidabilità, altre modernità e innovazione, altre stimolano la socialità o il relax, altre inclinano alla spensieratezza nello spendere.

I collaboratori, poi, traggono giovamento da colori piacevoli e ben studiati, che migliorano i rapporti interpersonali, ed accrescono la creatività, l'entusiasmo, la produttività.
Per ogni ambiente devono essere scelte le tinte più adatte, armoniosamente accostate tra di loro, e diverse a seconda dei servizi o dei prodotti proposti, dello stile e della filosofia che permea l'attività. Le sfumature devono essere attentamente dosate tenendo conto anche delle dimensioni delle stanze, dei colori che si intendono permanenti (pavimenti, suppellettili, mobili esistenti), della luminosità naturale e artificiale.

La tinteggiatura può diventare inoltre l'occasione adatta per il riordino formale che da tempo si desiderava attuare, un vero e proprio restyling, che può essere effettuato con efficacia senza costose e lunghe ristrutturazioni, ma soltanto attraverso lo studio mirato ad una suddivisione più equilibrata degli spazi, la ricollocazione armoniosa dei mobili e delle suppellettili, con la coraggiosa eliminazione di ciò che è ormai inutile.   
E' possibile quindi rinnovare completamente i propri spazi di lavoro, seguendo le nuove tendenze legate al risparmio, alla riorganizzazione, al riutilizzo, contemporaneamente agendo con una comunicazione più attiva, umana e profonda, attraverso il prezioso contributo del Colore.


Isabella Romanello, bio-architetto, specializzata sugli effetti psico/fisici del colore, la sua simbologia e la percezione in relazione agli spazi, alle forme e alla luce, e quindi sulle sue applicazioni negli interni, negli esterni, nel design.
Ha scritto il libro "Il Colore: espressione e funzione - Guida ai significati e agli usi del colore in arredamento, architettura e design" ed. Hoepli - 2002 (ristampe 2004 - 2006 - 2007).
www.arcolor.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alcuni esempi di progetto cromatico:

Palestra - Gorgonzola (MI)


Spazio Olistico a Milano


Centro Studi a Zevio (VR)


Studi e Uffici a Zerio (VR)
Letto 19237 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2012 15:39